Scambi Virtuali nell’Istruzione Superiore e nella Gioventù: una porta aperta all’interculturalità e alla formazione globale

Negli ultimi anni, l’istruzione superiore e l’ambito giovanile hanno abbracciato sempre più le opportunità offerte dalla tecnologia digitale per promuovere l’interculturalità, lo sviluppo delle competenze trasversali e l’accesso a un’istruzione internazionale di alta qualità. I progetti di scambi virtuali si ergono come un ponte tra le diverse culture, consentendo ai giovani di tutto il mondo di interagire e apprendere senza la necessità di spostamenti fisici.

Obiettivi dell’Azione:

Questi scambi virtuali mirano a:

  • Favorire il dialogo interculturale e accrescere la tolleranza attraverso interazioni online.
  • Promuovere varie forme di scambi virtuali per arricchire l’esperienza internazionale dei giovani.
  • Potenziare il pensiero critico e l’alfabetizzazione mediatica per contrastare fenomeni come la discriminazione e la radicalizzazione.
  • Sviluppare competenze digitali e trasversali tra studenti e giovani professionisti per migliorare l’occupabilità.
  • Promuovere valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione.
  • Rinforzare il legame giovanile tra l’UE e i paesi terzi.

Aree Tematiche:

Gli scambi virtuali sono organizzati intorno a temi cruciali come inclusione e diversità, trasformazione digitale, ambiente e partecipazione democratica.

Attività:

Le attività includono discussioni online, formazioni per animatori socioeducativi, scambi tra studenti e corsi online interattivi.

Messa a Punto di un Progetto:

I progetti devono essere moderati da esperti, sicuri ed efficaci nel proteggere i partecipanti, politicamente e culturalmente rilevanti e accessibili a tutti gli utenti.

Criteri di Ammissibilità:

Le organizzazioni coinvolte devono essere legalmente riconosciute e stabilite in paesi ammissibili, con un’attenzione particolare ai paesi terzi non associati al programma.

Durata del Progetto e Scadenza per le Domande:

La durata standard dei progetti è di 36 mesi e le domande devono essere presentate entro il 25 aprile alle 17:00 (ora di Bruxelles).

Questi scambi virtuali rappresentano un’opportunità unica per i giovani di tutto il mondo di ampliare le proprie prospettive, sviluppare competenze fondamentali e contribuire alla costruzione di un mondo più interconnesso e tollerante.

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto